• Malattie Rare
  • Malattie Polmonari
  • Consigli per i pazienti
  • Esami
  • Ospedale
  • Studi Clinici
  • Appuntamenti
  • Agobiopsia polmonare

    L'agobiopsia polmonare è necessaria quando occorre un campione di tessuto di una regione polmonare che non può essere raggiunta con il broncoscopio. Si inietta un anestetico locale nella cute che ricopre le coste; successivamente si effettua il prelievo mediante un ago lungo (fig.2) e sottile tra le costole (agobiopsia), sotto la guida radiografica o ecografica (fig.1).
    Se è necessario prelevare una quantità maggiore di tessuto si esegue invece una biopsia 'a cielo aperto', procedura effettuata in anestesia generale.
    Agobiopsia polmonare - ilpolmone.it

    Come si svolge

    Viene iniettato un anestetico locale nella cute che ricopre le coste; successivamente si effettua il prelievo mediante un ago lungo e sottile tra le costole (agobiopsia), sotto la guida radiografica o ecografica. Se è necessario prelevare una quantità maggiore di tessuto si esegue invece una biopsia "a cielo aperto", procedura effettuata in anestesia generale.

    Preparazione

    Per il rischio di sanguinamento durante la manovra sarà necessario evitare l'assunzione di aspirina almeno 5 giorni prima o altra terapia antiaggregante o anticoagulante, tali sospensioni dovranno essere effettuate previo il consenso del medico.

    Scopo

    L'agobiopsia polmonare è necessaria quando occorre un campione di tessuto di una regione polmonare che non può essere raggiunta con il broncoscopio.