• Malattie Rare
  • Malattie Polmonari
  • Consigli per i pazienti
  • Esami
  • Ospedale
  • Studi Clinici
  • Appuntamenti
  • DAAT - Cosa offre il centro specializzato Ospedale San Giuseppe di Milano Immagine di sfondo

    Perché scegliere il nostro centro?

    L'Unità Operativa di Pneumologia dell'Ospedale San Giuseppe

    L'Unità Operativa di Pneumologia dell'Ospedale San Giuseppe di Milano fa parte del polo didattico centrale della facoltà di medicina e chirurgia cittadina ed è centro di riferimento riconosciuto dalla Regione Lombardia per la diagnosi e la cura delle malattie rare polmonari.

    La nostra U.O. di Pneumologia è uno dei pochi centri europei che si occupa di malattie rare polmonari sia interstiziali (fibrosi polmonari, sarcoidosi, LAM, ecc.) che vascolari (ipertensioni polmonari, vasculiti, ecc.) e di malattie del connettivo con interessamento polmonare. Inoltre effettuiamo tutte le indagini clinico-strumentali, dalla broncoscopia al cateterismo cardiaco destro alla criobiopsia polmonare, e oggi siamo il centro europeo con la più importante casistica di alcune malattie rare polmonari come la LAM.

    Siamo riconosciuti come centro regionale di riferimento per le malattie rare della Regione Lombardia, con un'esperienza importante con oltre 1.000 pazienti all'anno seguiti dal nostro centro. A breve dovrebbe partire anche un progetto di assistenza domiciliare dei pazienti con fibrosi polmonare idiopatica.

    Collaborazione tra professionisti

    Nel nostro ospedale esistono varie specialità con cui noi pneumologi collaboriamo giornalmente.
    Abbiamo a disposizione un servizio di radiologia con particolare interesse al polmone ed eccellente “expertise” nella diagnosi delle patologie polmonari interstiziali.
    Un servizio di anatomia-patologica con particolare interesse alle patologie polmonari.
    L’ospedale dispone di un reparto di riabilitazione respiratoria con possibilità di ricovero o di eseguire cicli di FKT respiratoria ambulatoriale. Nel nostro ospedale esiste una LUNG-UNIT che si riunisce a cadenza settimanale ed in cui pneumologi, radiologi, chirurghi toracici, radioterapisti, oncologi, anatomo-patologi discutono i casi più complessi. Esiste un servizio di cardiologia ed un reparto di cardio-chirurgia.
    Collaboriamo ormai da anni con la reumatologia dell’ospedale Pini per i casi con coinvolgimento sistemico. Offriamo inoltre la possibilità di un consulto genetico mediante la collaborazione con l’Auxologico.

    Patologie polmonari

    La nostra esperienza è maturata nel tempo nella diagnosi e nella terapia di varie patologie rare polmonari, in particolare per quel che riguarda:
     
    • fibrosi polmonare idiopatica, patologia con esclusivo interessamento polmonare a prognosi grave, da causa sconosciuta e che richiede una precoce valutazione per trapianto polmonare, nei casi in cui è indicato
    • altre polmoniti interstiziali idiopatiche (NSIP, DIP, COP, RB-ILD) che possono presentare problemi di diagnosi differenziale con la fibrosi polmonare idiopatica. In particolare la NSIP può rappresentare una manifestazione di danno polmonare in corso di collagenopatie (malattie sistemiche) che possono poi manifestarsi successivamente a livello di altri organi
    • sarcoidosi, malattia granulomatosa sistemica che interessa nella quasi totalità dei casi il polmone ma può interessare molti altri organi (cute, occhio, cuore, rene, ecc)
    • vasculiti (es. granulomatosi di Wegener e Churg-Strauss), malattie sistemiche in cui la diagnosi precoce e le terapie oggi disponibili hanno modificato in modo significativo la prognosi dei pazienti
    • linfangioleiomiomatosi, rara patologia che interessa quasi esclusivamente il sesso femminile, caratterizzata da sovvertimento cistico del parenchima polmonare oltre che dall'interessamento di altri organi (angiomiolipomi renali, meningiomi, interessamento linfatico)
    • istiocitosi polmonare a cellule di Langerhans, patologia granulomatosa polmonare che interessa giovani adulti fumatori
    • ipertensione arteriosa polmonare, patologia che interessa il comparto vascolare polmonare determinando dispnea da sforzo e in cui la storia clinica dei pazienti è completamente cambiata negli ultimi anni con l'introduzione di nuovi farmaci disponibili anche per via orale.