• Malattie Rare
  • Malattie Polmonari
  • Consigli per i pazienti
  • Esami
  • Ospedale
  • Studi Clinici
  • Appuntamenti
  • Decalogo per i pazienti affetti da asma

    1. Che cos'è l'asma?

    L'asma è una malattia cronica ad andamento variabile la cui gravità varia spontaneamente o per effetto del trattamento, periodi senza sintomi si possono alternare a periodi caratterizzati da crisi asmatiche ricorrenti.  Pertanto l'assunzione regolare della terapia di base e i controlli medici periodici sono fondamentali per ottenere e mantenere il controllo ottimale dei sintomi.

    2. Quando posso pensare di avere l'asma?

    I più frequenti sintomi d'asma sono la mancanza di fiato, la tosse, il respiro sibilante, il senso di costrizione toracica che possono insorgere a riposo o essere indotti dallo sforzo fisico o dall'esposizioni agli allergeni. Se i sintomi si presentano più di 2 volte alla settimana o se compaiono di notte è necessario rivolgersi al medico per un adeguamento della terapia in atto.

    3. Quali farmaci si possono utilizzare in acuto?

    Ogni paziente asmatico deve sempre avere con sé un broncodilatatore a breve durata d'azione (es. salbutamolo) da utilizzare in caso di crisi d'asma. Se la necessità di utilizzare questi broncodilatatori diventa frequente (più di 2 volte alla settimana o di notte) è necessario rivolgersi al medico.

    4. E se i sintomi peggiorano?

    Le riacutizzazioni d'asma possono essere gravi e pericolose, pertanto il loro trattamento deve essere condotto sotto controllo medico. Quando i sintomi persistono o peggiorano nonostante l'utilizzo corretto della terapia prescritta dal medico e/o del broncodilatatore a breve durata d'azione è necessario rivolgersi ad una struttura di pronto soccorso.

    5. Posso sospendere la terapia per l'asma?

    Una volta migliorati o scomparsi i sintomi il paziente asmatico non dovrebbe mai sospendere spontaneamente la terapia di base senza rivolgersi al medico.

    6. Come si usano i farmaci per via inalatori?

    Il corretto utilizzo dei farmaci per via inalatoria è essenziale. Il paziente dovrebbe, quindi, assicurarsi con il medico di saper usare correttamente l'inalatore prescritto. Il paziente deve inoltre riferire al medico la comparsa di disturbi collaterali che possono essere risolti modificando il tipo o la modalità di somministrazione del farmaco.

    7. Cosa può scatenare una crisi asmatica?

    Per un buon controllo dell'asma è fondamentale evitare il più possibile l'esposizione agli elementi specifici che possono scatenare una crisi: acari della polvere, pollini, animali domestici, farmaci, alcuni alimenti. Ogni paziente dovrebbe conoscere gli elementi che possono scatenare in lui una crisi in modo da poterli evitare.

    8. Ci sono altri fattori di rischio?

    Fondamentale è trattare la rinite allergica e la sinusopatia spesso associate all'asma bronchiale per ridurre e meglio controllare i sintomi d'asma.
    I sintomi d'asma possono essere indotti anche da elementi aspecifici quali inquinamento atmosferico, irritanti chimici, freddo e umidità, infezioni virali, reflusso gastro-esofageo, sforzo fisico. E' importante controllare e se possibile eliminare anche questi elementi.

    9. Quali altri stili di vita devo adottare?

    Per un buon controllo dell'asma è importante, inoltre, seguire un adeguato stile di vita: evitare il fumo di sigaretta, mantenere sotto controllo il peso corporeo, seguire una regolare attività fisica, assumere regolarmente i farmaci prescritti.

    10. Devo evitare alcune attività?

    L'asma correttamente diagnosticata e curata non deve limitare la vita del paziente. A tal fine è di grande importanza che il paziente segua le prescrizioni e i consigli del medico.
    Il polmone - Guida agli esami clinico-strumentali Immagine di sfondo